Spiegazioni

Spiegazioni sulle caratteristiche e gli attributi

Spiegazioni generali sulle assegnazioni

Simbolo: forma biologica, risp. Portamento
In cima ai profili delle piante sono indicati di volta in volta i simboli corrispondenti alla pianta in questione secondo Zander, ovvero «pianta annuale», «pianta biennale», «pianta erbacea perenne», «subarbusto», «arbusto», «albero». Il simbolo evidenziato corrisponde alla forma biologica, rispettivamente al portamento più comune in Svizzera.
Assegnazione: particolarità svizzere
Gli attributi vengono assegnati in base a come la pianta è più frequente in Svizzera. Le differenze regionali sono in parte descritte in un’informazione complementare. La Mühlenbeckia axillaris, ad esempio, nella maggior parte delle regioni è decidua e non sempreverde, per cui viene aggiunta l’informazione riguardo alle regioni climatiche miti.

Spiegazioni su singoli attributi e caratteristiche

Tipo di impianto
Corrisponde alla suddivisione delle piante secondo le liste della formazione di base Giardiniera/Giardiniere.
Gruppo di piante
Il gruppo di piante fornisce informazioni sulla forma biologica della pianta. Si tratta di una suddivisione più dettagliata rispetto a quella della forma biologica, rispettivamente del portamento botanici: pianta annuale, biennale, erbacea perenne, subarbusto, arbusto e albero. Gli arbusti, ad esempio sono suddivisi in felci, graminacee, piante bulbose, succulente e fiori perenni. La forma biologica, rispettivamente il portamento di alcune piante varia secondo la regione, nel qual caso è stato indicato ciò che viene riscontrato con maggiore frequenza in Svizzera. Il Ricinus communis, ad esempio, a latitudini tropicali cresce come albero, in quelle subtropicali come arbusto ed è quindi considerato una latifoglia. In Svizzera, invece, si trova più spesso come pianta annuale ed è stato quindi inserito in questo gruppo.
Fiori perenni
Qui sono indicati tutti gli arbusti non considerati felci, graminacee, succulente o bulbose, indipendentemente dalla visibilità del fiore.
Impiego
Viene indicato il tipo di impiego più frequente in Svizzera. È il caso ad esempio di piante da appartamento in Svizzera che nei paesi d’origine o in regioni più miti crescono invece in pieno campo. Alcune varietà possono avere più impieghi, ad esempio la bietola che può essere utilizzata come ortaggio o come pianta stagionale. In questi casi, entrambi gli attributi vengono menzionati nel profilo. Possono anche esserci differenze regionali: in Ticino o altre zone svizzere a clima mite, ad esempio, alcune piante legnose sono messa a dimora, mentre nella Svizzera tedesca sono tenute in vaso o utilizzate come piante stagionali. Tali differenze vengono descritte in un’informazione complementare.
Luogo
Corrisponde esclusivamente alla suddivisione degli arbusti – inclusi dunque anche quelli stagionali od ornamentali – secondo il Professor J. Sieber et al. Luoghi come la brughiera o il giardino alpino, che non si trovano in uno spazio verde creato artificialmente, non sono stati inclusi nell’applicazione.
A
Alberi
BA
Bordura degli alberi
SA
Superfici aperte
Ai
Aiuola
IS
Impianti con sassi
Aq
Acqua
Baq
Bordo acquatico
1
secco
2
fresco
3
umido
Frutto
Questa caratteristica viene indicata se il frutto è un segno identificativo e/o ha un valore decorativo. I mesi si riferiscono alla maturazione. Un frutto con un valore ornamentale, come ad esempio quello del Cercis siliquastrum, ha sia l’attributo di «Frutto» sotto «Valore decorativo» sia di «Decorazione invernale» sotto «Proprietà specifiche».
Pigna
Indicato unicamente per le conifere.
Altezza
Per consentire un’assegnazione standardizzata delle altezze, sono stati definiti determinati valori. Dato che l’altezza può variare a seconda della fonte consultata, in alcuni casi è stato necessario indicarne più di una. Tutte le informazioni in metri sono indicate unicamente per conifere e latifoglie, rose, bambù e rampicanti.
Piante per m2
Qui viene indicato l’attributo 1-3 pzi/m2, 3-5 pzi/m2 e 5-10 pzi/m2. Le assegnazioni per gli arbusti – associazioni vegetali e distanza di piantagione – sono tratte dalle indicazioni del «Bund deutscher Staudengärtner». Per le piante stagionali sono indicati gli attributi con maggior numero di pezzi. Per i bulbi, sono utilizzati due livelli di associazioni vegetali, ma non viene indicata la distanza di piantagione.
Con più tronchi
Con questo termine si definiscono piantine con rami laterali, ma non una chioma. Così vengono anche designate giovani latifoglie con già un capo e una ramificazione laterale.
Ramificazione intricata
Forte ramificazione
Nessuna potatura
Quanto è presente questo attributo, la pianta non dovrebbe nel limite del possibile venire potata per mantenerne la forma.
Potatura a sperone
Si riferisce esclusivamente a piante come la Vitis vinifera o la Wisteria sinensis. Per le piante sottoposte al taglio di riduzione sulla crescita vegetativa di quest’anno o dell’anno precedente viene indicato «potatura di sfoltimento/di mantenimento» e «possibile il taglio di riduzione nel legno vecchio».
Idrocoltura
Questo attributo viene indicato per le piante che vengono coltivate in un brodo di coltura a radici principalmente nude invece che nel terreno naturale. Nel giardinaggio interno e nell’inverdimento verticale, si intende colture piantate in un substrato con un elevato numero di pori e una notevole capacità di ritenzione idrica.
Pianta da mastello
Si intende piante meridionali che non possono venire trapiantate nel terreno, rispettivamente non sono resistenti all’inverno nelle regioni svizzere con forti variazioni di temperatura.
Pianta in miniatura
Piante d’appartamento miniaturizzate.
Giardino da sgranocchiare/orto
Si riferisce a piante che possono essere utilizzate anche in orti, frutteti e coltivazioni di bacche.